Archive for 06/07/2020

……E QUINDI GRAZIE!

06/07/2020

….. e all’improvviso oggi mi sono fermata sulla mia strada, mi sono spostata di qualche metro indietro, e la mia vita l’ho srotolata tutta davanti a me…..

e lei, come d’incanto, mentre si distendeva lentamente, faceva spuntare tutte le me del passato fino ad arrivare ad oggi, e insieme a me hanno preso vita tutte le persone e tutti i luoghi e tutte le vicende  che ho vissuto….

ed io ho iniziato ad osservarla…..

e guardando quello che ho lasciato……………………………………..

…..……………………………………………………………………………

quello che ho adesso…….

…………………………………………………………………………………….  

quello che avrei potuto avere…… ……………………………………………………………………………..

e poi quello che probabilmente avrò…….. ………………………………………………………………………………………….

ho capito che altro non poteva essere………………..

e soprattutto ho capito che se avessi scelto quello che avrei potuto avere avrei continuato a vivere una vita che non corrispondeva a me……

…………e quindi GRAZIE! ……………….

grazie, a prescindere dal dolore che ho sentito e che mi ha scoppiato il cuore e che all’improvviso a tratti torna a far male, soprattutto quando incontro lui, i suoi occhi, la sua voce, e mi investe la malinconia di non poter vedere incanutire il suo torace…..

e poi però riguardo a noi ………….

e so che a prescindere dai quarant’anni di ostinati tentativi, di fatto erano del tutto divergenti i nostri obiettivi, troppo distanti le nostre considerazioni per poterci adattare l’uno all’altro………….

ed avrei dovuto continuare a spegnermi……….. per lasciare spazio a lui ……………..

uno spazio comunque angusto per lui, in cui pareti addossate gli stringevano l’anima…..

uno spazio in cui nessuno poteva essere sé………..

e per fortuna, comunque, lui è sempre qui, come io sono sempre qui, e adesso quando lo guardo e i miei occhi incrociano i suoi, leggo la malinconia e il dolore anche nei suoi, ma anche la promessa di esserci sempre, in un altro modo, con amore probabilmente immutato ma coscienti di non poter essere quello che pensavamo…………..

e quindi grazie a lui, per aver accolto comunque questo stravolgimento……..

ma grazie anche a voi, per avermi dato la possibilità di essere semplicemente quello che sono, niente di più, niente di meno, perché per me è quanto di più prezioso potessi avere: essere quello che sento di essere….

…. e grazie a chi oggi è tutti i giorni di fronte a me e, assolutamente diversa da me, mi dà l’opportunità di riflettere su quello che ho fatto, quello che sono stata, quello in cui ho creduto, per scoprire sempre, ogni giorno, di riconoscermici ancora, perché proprio tutto quello che ho fatto, che sono stata, in cui ho creduto, proprio quello è stato ciò che mi ha permesso di fare a mia volta la stessa cosa…..

mi ha permesso di donare a mia volta la libertà di essere quello che loro sentono di essere, di fare e dire e pensare tutto ciò che sentono a prescindere dalle convenzioni, a prescindere dagli altri, e di ribadirlo senza rincorrere l’approvazione degli altri, di essere fuori dal coro…..

e quindi grazie a loro, che hanno avuto ed hanno il coraggio di opporsi al mondo, un mondo che li voleva uniformati, pur raccogliendo un numero infinito di scontrini di somme molto alte, ma senza cedere mai, e vedo già in loro la forza, il coraggio, la ferma volontà di continuare ad essere semplicemente quel che sentono…..

e grazie sempre a voi, per avermi dato in questo modo la capacità di comprendere di essere semplicemente altro dagli altri, non migliore, non peggiore, ma solo altro, solo me, e per questo diversa dagli altri, come tutti del resto, e di aver avuto la forza e il coraggio di continuare ad essere diversa anche e soprattutto in contesti che mi volevano altro….

e di aver avuto ed avere tuttora l’umiltà di esser cosciente di non sapere tutto, e per questo potere e volere imparare ancora e da chiunque, anche e soprattutto da chi apparentemente sembrava sapere ed essere meno di me, perché da loro ho potuto imparare quello che altrimenti non avrei potuto mai conoscere né farlo diventare parte di me….. modificato, adattato, ma comunque generato proprio da quei preziosi incontri alternativi appartenenti a mondi che imprevedibilmente ho cercato e vissuto……

e quindi grazie a voi per avermi insegnato l’umiltà e aver osteggiato l’alterigia e la supponenza, grazie, perché così ho potuto salvarmi, ho potuto risolvermi, ho potuto affrontare le prove e i conti che mi ha presentato la vita e fare le scelte che mi hanno portata ad essere me e ad essere fiera e felice di essere me…..

e quindi grazie a te, che mi hai dato e mi stai dando la capacità di prendere coscienza, giorno dopo giorno, di quello che sono, e di imparare a cambiarlo se non mi piace, se non collima con me stessa, con quello che cerco ogni giorno di diventare e di essere….

e grazie anche a lei, che quel giorno mi passò un link in cui tu,un uomo sconosciuto che mi ricordava un grande prezioso perduto amico, parlava con parole strane, ma che nel giro di qualche mese mi avrebbe aperto un mondo di orizzonti nuovi che giorno dopo giorno mi hanno dato e mi danno la capacità di sconvolgere la mia vita e scegliere una strada che, sola, non avrei mai osato percorrere, la strada della libertà interiore, la strada per la scoperta di me…..

e grazie al mio grande prezioso perduto amico che inconsapevole, per il solo suo somigliare fortemente a te, in qualche modo mi ha suggerito che dovevo ascoltarle quelle parole strane, perché mi è sembrato che mi arrivassero da lui tramite te……

 e quindi grazie a me, che ho saputo cogliere  doni senza fiocchetti, ma preziosi più di un diamante, e che sono di nuovo qui, ancora una volta, a cercare di fermare su un foglio quello che a volte non riesco a dire!

Share