Archive for 09/01/2018

L’oggetto smarrito – storia di una piastra

09/01/2018
  

Sai, vederti passare indifferente davanti a me per tutti questi anni, pur sapendo che non hai mai smesso di cercare qualcuno che potesse rimettermi in sesto, è stato davvero doloroso.

Quando stamattina ho capito che le tue mani cercavano di prendere proprio me e poi mi sono sentita circondata dalle tue braccia, mi sono sentita piena di gioia: mi hai avvolta in quel panno soffice ed ho immaginato che avessi finalmente trovato la soluzione; ero fiduciosa mentre mi chiudevi in quella piccola valigia nonostante il buio e il senso di oppressione che ne derivava: è stato difficile controllarmi e non cedere all’attacco di panico che sentivo sopraggiungere, mi sono data coraggio pensando che, certo, non sarebbe stato piacevole star via da casa, ma che alla fine sarei tornata in forma e che finalmente avrei potuto ricominciare a farti compagnia ogni volta che ne avresti avuto voglia.

Poi, però, quella telefonata mi ha stordita: nonostante la tua voce mi arrivasse ovattata, ho sentito che dicevi a tua sorella che mi avresti regalata a Luca!

Luca… e chi sarebbe mo’ sto Luca?

Ho cercato di capirci di più sforzandomi di seguire la vostra conversazione, ma le uniche parole che sono riuscita ad afferrare sono state “smonta – cavi – tasti” e poi qualcosa tipo “ho deciso di regalargliela perché ormai so che non la riusciranno mai a riparare e non voglio buttarla; l’idea che lui possa utilizzarne varie parti per le sue Creature mi consola, so che ne farà buon uso”.

E così ho capito chi è Luca! è quel tuo nipote che ogni tanto viene e che crea quelle maschere strane!

Ti confesso che di primo acchito scoprire il mio destino è stato sconvolgente, non so descriverti l’angoscia che ho provato, ma poi mi è balenata l’immagine della gioia che si disegna sul tuo volto ogni volta che lo abbracci ed è la stessa che vidi quando ti conobbi, qualche giorno dopo i tuoi 18 anni, quando i tuoi genitori ti regalarono me con tutto il resto dello stereo, e allora ho capito: hai scelto di donarmi a lui perché sai che solo attraverso lui almeno una parte di me potrà continuare ad esistere!

Certo, non era quello il futuro che immaginavo per me, ma, adesso che so che lo fai per amore mio, aspetto fiduciosa di essere smontata e di cambiare vita.

lampada-creature-di-luca-arcamone

Lampada- Creature_di Luca Arcamone

Share