Emozioni………….

  

sentore spavento dolore mi accerto sconcerto soffoco paura fa male rabbia comprendo malore manca l’aria furore rancore silenzio rumore silenzio rumore….

…………..silenzio……… rumore………..

………………………………….silenzio……

………………..rumore…………..

………………………………………………silenzio…………………………

……………………………………………silenzio……………………….

………………………..silenzio……..  

…………silenzio….

….silenzio……..

.silenzio………..

………………………………………….

………………shhhhhhhhhh……………………..

mi fermo

…………………………shhhhhhhhhhh………………………….

immobilità

…………………………….shhhhhhhhhh…………………………..

……………..paralisi………….

……………il tempo è fermo………….

………………………shhhhhhhhh…………………

……….il mondo è fermo…..

…………………………..shhhhhhhhhhhhhhh…………..

…………………….shhhhhhhhhhhhh……………

……………………………………shhhhhhhhhhhhhhhh………..

mio figlio mi guarda………

…………………..shhhhhhhhhhh…………..

scossone!………………

…………………………shhhhhhhhhh……………

mi sveglio……………

rumori di fondo………….

mi muovo………..

rumori di fondo………. ………….

non penso…………..

di nuovo silenzio…………….

mi guardo……….

di nuovo mi sveglio…………..

mi osservo………….

capisco………….

mi scuoto………..

mi attivo………..

i fiori di bach…………..

reagisco……………

non voglio morire……….

mi accetto…………….

accetto…………..

reagisco……………

il suono di un basso. mio figlio che suona…………..

rumori di sega mio figlio lavora…………….

telefono squilla mia figlia mi chiama……….

rispondo……………

mi alzo e cammino……………

il cane che abbaia…….

mi guardo allo specchio……………

sorrido a me stessa………….

è vuoto il mio sguardo……….

un bacio ai miei figli………….

gli chiedo perdono per questa mia assenza………….

calore di braccia…………..

mi sento mancare………….

una mano mi afferra………..

la guardo felice…………..

calore di figli………..

riesco a restare………………

mi sento serena……………..

li guardo di nuovo………………

musica nelle orecchie……………..

Frollo che canta………….

brividi sulla pelle……………..

focaccia volante…….

dieta che salta…….

vocine di bimbi lontani……………..

l’uccellino cinguetta…………..

pioggia che cade…………..

vento che spazza………………..

penombra che avanza……..

notte che avvolge……………

luna nel cielo……………..

nuvole passeggere disegnano forme…………………

montagne riemergono…………..

mi guardo di nuovo allo specchio………….

i miei occhi sorridono………. 

sorridono a me…………….

sono io……….

sono viva……………

ritorno alla vita normale……………

Print Friendly
Share

2 Risposte a Emozioni………….

  • avatar Marco scrive:

    … tutto giusto e corretto, ma tutto di parte. Comodo aver la possibilità di dir quel che si vuole senza dar la possibilità all’altro di dir la propria, ma tipico… reiterato… storia continua ormai. Non nego il dolore provocato e sentito, ma è tutto parziale, monco, a metà. Il dolore è anche l’impossibilità di aprirsi senza scatenare un putiferio…il dolore è la consapevolezza di non esser compreso perché ci si ferma al primo significato di azioni e parole…il dolore è comprendere che ti viene negato ciò che tu hai sempre dato, ovvero la comprensione… comprensione dei motivi di azioni e comportamenti…il dolore è essere consapevole che a te viene negato il cercare una giustificazione… il dare la libertà di scelta … il dolore è guardarsi indietro e scoprire che molta è stata finzione… credevi di poter condividere ed invece eri tollerato… il dolore è scoprire di aver dato la possibilità di lasciarti solo per mesi e di non aver la possibilità di star un giorno da solo… il dolore è scoprire di non aver la possibilità di avere amici al di fuori della vita di coppia.. il dolore è scoprire di non avere la possibilità di avere un angolino tuo pur avendolo concesso… il dolore è scoprire che si preferisce ascoltare un cantante a cui è stata imposta una scelta, o me o il resto del mondo, e non te stesso e che ti si viene imposta una medesima scelta… ma il mondo esiste fuori di noi! E in quel mondo non hai mai chiesto nulla di che… il dolore è scoprire che ti viene negata l’eventualità che ti sorgano sentimenti pur avendo accolto e non impedito la medesima cosa, sentimenti a cui tu non hai mai voluto dar un seguito e che hai sempre combattuto… il dolore è esser accusato e rimproverato di aver sensazioni e pensieri propri ma che ti venivano senza che tu li chiamassi… e il dolore è stato non poterli condividere perché avrebbero provocato dolore… il dolore è scoprire di non poter avere amiche mentre lei ha amici … ma neppure gli amici tuoi e non suoi le vanno bene… il dolore è scoprire di esser costretto a non dir tutto per poter non perdere quell’ultimo briciolo di serenità che ti resta, perché verresti frainteso, verrebbe tutto ingigantito e fuorviato… eppure omissioni tu da lei le hai avute pure per iscritto… il dolore è dover fuggire da casa per poter respirare…il dolore è scoprire che ti si è parlato alle spalle con figli e familiari senza che ti sia stata data alcuna possibilità di replicare… il dolore è esser costretto a subire pungolature continue su tutto… ad esser sempre rimproverato per ogni minima sciocchezza… il dolore che ti annichilisce e ti impedisce di vivere è scoprire che non ti vien data la possibilità di riparare ad un errore o a un momento in cui non capivi nulla, anche se il tuo rapporto lo hai costruito iniziando proprio partendo da un tuo perdono… no… non c’era molto da perdonare forse… ma da accogliere si. Il dolore è scoprire di esser stato spiato, di aver avuto mail e messaggi letti di nascosto quando bastava parlarne con serenità… quella serenità che a me è sempre stata negata perché non ho avuto la possibilità di esprimere me stesso liberamente senza aver un grillo parlante al mio fianco. Vengo accusato di egocentrismo da egocentrici. Il dolore è sapere che qualunque cosa dirai verrà travisata e letta in modo diverso dal tuo pensiero. Il dolore è scoprire che ti vengono imposti pensieri non tuoi… che ti vengono attribuiti costruzioni mentali di cui tu ignoravi l’esistenza… il dolore è sentirsi dire no… il dolore è sentirsi dire che è finita ma che però tu devi continuare a dar conto delle tue azioni, travisate e fraintese… il dolore è scoprire che altri ti vengon messi contro senza la possibilità di spiegare… ed allora, di che parliamo? Ci si sente finalmente viva ma si impedisce di vivere? Quando ti sei negato sempre anche una semplice uscita con colleghi per non trovare al rientro musi lunghi? Quando neppure tu hai potuto sentirti vivo per anni? E’ finita? Va bene, si arriva ad accettarlo… ma ho avvisato… se deve finire allora finisce su tutto… non a metà o come fa comodo. Anche io ho i miei limiti…. se non superi i tuoi io mi stringo i miei.

    • avatar Orlypi scrive:

      il dolore è sempre “di parte” perché per quanto ci si possa sforzare di spiegarlo, per quanto ci si possa sforzare di comprenderlo, ci sarà sempre quella sottile differenza che non lo renderà “nostro”….. per le emozioni invece il discorso è un po’ diverso…… le emozioni sono più facili da capire e da spiegare….. forse perché mentre tutti almeno una volta nella vita abbiamo sofferto o gioito, e quindi sappiamo sulla nostra pelle cosa significa quando qualcuno ce ne parla, uno stesso imput può generare reazioni ed emozioni diverse, talvolta tanto diverse da essere contrarie…… difficile davvero comprendere e spiegarsi…..

  • Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>